Sospensione elastica di banchi e macchine di prova

I banchi o le altre macchine di prova trovano sempre maggiore applicazione in vari campi industriali per lo studio ed il controllo di processi dinamici. In molti casi si tratta di prove a lungo termine che comportano sia sollecitazioni periodiche piuttosto che stocastiche o ad impulso.

Esempi tipici di tali macchinari sono le tavole vibranti. Generalmente vengono utilizzate per:

  • simulazione di carichi dinamici lungo più assi
  • collaudo e certificazione di sicurezza (ad es. su particolari per l'industria automobilistica ed aeronautica)

Altri tipici esempi di applicazioni sono:

  • banchi prova per semiassi
  • banchi prova motore
  • banchi prova idraulici

Uno dei punti fondamentali per il dimensionamento della fondazione sospesa dei banchi di prova è il tipo di sollecitazione. Mediante una fondazione elastica GERB si possono determinare preventivamente e con esattezza le frequenze proprie orizzontali e verticali del sistema. Sospensioni elastiche con frequenze proprie verticali a partire da 1 Hz sono realizzabili senza problemi mediante antivibranti GERB. Le frequenze proprie orizzontali e pendolari sono in questo modo comunque addirittura inferiori.

Per controllare e smorzare velocemente le oscillazioni del sistema dovute a sollecitazioni impulsive vengono adottati in parallelo o integrati negli antivibranti degli smorzatori viscosi.

I vantaggi principali di una sospensione elastica dei banchi e delle macchine di prova consistono in:

  • valori di vibrazioni residue trasmesse al terreno e di rumore da esse generato di entità trascurabile
  • eliminazione o forte riduzione del disturbo degli addetti causato dalle vibrazioni
  • taratura ottimale tra sollecitazioni e caratteristiche del banco di prova
  • semplicità di montaggio del banco di prova
  • facile livellamento del banco di prova e semplicità per eventuali operazioni di spostamento dello stesso dovuto a cambiamenti nel layout dello stabilimento
  • eliminazione di costose fondazioni massive nel caso di sospensione diretta

I compressori a vite lavorano generalmente a regimi elevati e basse inerzie. Una fondazione rigida causa però vibrazioni che provocano fenomeni di rumore. Una sospensione elastica su antivibranti GERB consente di ridurre la trasmissione del rumore generato dalle vibrazioni entro limiti accettabili.