Sospensione elastica di macchine per la deformazione del metallo

Le macchine per la deformazione del metallo si suddividono in macchine per lo stampaggio a caldo e macchine per la lavorazione della lamiera. Mentre le macchine per lo stampaggio a caldo come i magli, le presse e i bilancieri, a causa dell’elevata energia cinetica in gioco, generano notevoli vibrazioni nell’ambiente circostante, le macchine per la deformazione della lamiera, specialmente nei processi di tranciatura, causano picchi di forza dovuti alla messa in tensione ed al conseguente rilascio del telaio della pressa.

Fig. Antivibrante per maglio

Fig. Antivibrante per maglio


In entrambi i casi la GERB ha sviluppato supporti antivibranti viscoelastici che consentono nella maggior parte delle situazioni una sospensione elastica diretta dei macchinari, senza dover più ricorrere, come avveniva in precedenza, a grosse e onerose masse inerziali.

Il grado di isolamento rispetto ad una fondazione rigida può, in dipendenza dalle caratteristiche del terreno, raggiungere il 90%. Ciò garantisce solitamente il non superamento della soglia di percezione delle vibrazioni già nelle immediate vicinanze dell’impianto.

Fig. Antivibrante completamente precaricabile per pressa

Fig. Antivibrante completamente precaricabile per pressa