Sospensione elastica di presse

Il funzionamento di presse, le accelerazioni delle masse in moto alterno, l’urto della slitta di un bilanciere sul pezzo da deformare ed in particolare i processi di tranciatura, causano vibrazioni anche di notevole entità che possono portare ad un disturbo nell’ambiente di lavoro se non di abitazioni situate in prossimità dello stabilimento. Componenti della vibrazione ad alta frequenza possono oltretutto portare a disturbo acustico negli ambienti vicini a causa del fenomeno del rumore generato dalle vibrazioni stesse.

La sospensione elastica di presse su antivibranti GERB consente di ridurre notevolmente le vibrazioni trasmesse. Le velocità di vibrazione al terreno, indicative per definire il grado di disturbo, possono essere ridotte di ca. il 90%. Tale riduzione consente oltretutto di garantire delle condizioni di lavoro migliori e più confortevoli al personale addetto ai macchinari.

Gli antivibranti GERB con smorzatore viscoso integrato garantiscono un posizionamento stabile e sicuro della pressa. Inoltre dopo ogni ciclo di lavoro, essendo il sistema smorzato efficacemente, ritorna velocemente in stato di quiete. In tal modo è possibile allestire l’automazione di carico e scarico della pressa, senza doversi preoccupare di movimenti relativi.

Misure vibrazionali su diverse tipologie di presse hanno dimostrato che le accelerazioni a cui sono soggette, parametro direttamente riconducibile al grado di usura della macchina, sono sensibilmente inferiori in caso di sospensione elastica rispetto ad una soluzione rigida.

Le forze dinamiche scaricate dalla pressa sul terreno o sulla struttura di supporto vengono notevolmente ridotte in caso di sospensione elastica. In tal modo la struttura di supporto può essere dimensionata per assorbire sostanzialmente i carichi statici, con notevole riduzione dei costi di fondazione.