Sospensione elastica di gruppi elettrogeni diesel e a gas

I grossi gruppi elettrogeni diesel o a gas vengono utilizzati con scopi molteplici: mobili come motrici di treni e navi o fissi per la produzione di energia elettrica. In questi casi ci si pone sempre il problema di una fondazione adeguata che tenga conto di aspetti tecnici, economici ed ambientali. La sospensione elastica di tali apparecchiature è da considerarsi oggi come stato dell’arte.

Durante l’operatività dei gruppi vengono generati dal motore forze e momenti periodici che in parte vengono bilanciati internamente ma in parte vengono trasmessi andando a sollecitare dinamicamente la fondazione.

Generatore diesel su telaio in acciaio sospeso elasticamente

Generatore diesel su telaio in acciaio sospeso elasticamente


Il motore e l’alternatore vengono generalmente installati su di una fondazione comune. Nel caso di impianti di piccola taglia si tratta di solito di un telaio in acciaio. Per taglie più grosse è invece necessaria la realizzazione di un blocco inerziale in cemento armato atto ad assorbire le sollecitazioni dinamiche generate dal motore e a disperderle nel terreno. Tuttavia pur con una fondazione massiva, non è possibile garantire a priori il nascere di problemi legati a vibrazioni trasmesse alla struttura in quanto una soluzione di questo tipo non tende a dissipare l’energia, bensì a disperderla su una superficie la più ampia possibile.

Mentre i problemi dovuti al cedimento del terreno (assestamenti) possono essere contrastati mediante palificazione, la trasmissione delle forze dinamiche alla struttura non può essere controllata mediante una fondazione rigida convenzionale. Tutte le problematiche che nascono poi dopo la messa in funzione dell’impianto comportano soluzioni estremamente costose e richiedono nella totalità dei casi interventi onerosi e che comportano lunghi fermi macchina.

Gli antivibranti viscoelastici GERB consentono l’istallazione di gruppi elettrogeni praticamente in qualsiasi sito e con qualsiasi condizione, indipendentemente dal fatto che l’impianto si trovi al terzo piano sotto il livello del terreno o al trentesimo piano di un grattacielo, piuttosto che in centrali termiche o impianti nucleari.

Il disaccoppiamento dinamico della fondazione della macchina dalla struttura sottostante e quindi dall’ambiente mediante antivibranti GERB garantisce un eccezionale isolamento dalle vibrazioni e dal rumore da esse generato sia nelle vicinanze dell’impianto che nelle strutture e negli edifici contigui.

I principali vantaggi di una fondazione sospesa sono:

  • Disaccoppiamento dinamico della fondazione del macchinario dall’ambiente circostante con elevati gradi di isolamento delle vibrazioni ( fino al 98%)
  • Eliminazione del rumore generato da vibrazioni
  • La massa inerziale e quindi la dimensione della fondazione po’ essere notevolmente ridotta
  • Essendo la fondazione più contenuta spesso è possibile rimanere con le opere murarie sopra il livello della falda
  • Assestamenti e cedimenti anche differenziali del terreno possono essere agevolmente recuperati e compensati
  • Le dimensioni della sala macchine possono essere ridotte
  • Una fondazione sospesa consente, se opportunamente dimensionata, di avere anche  una eccellente funzione antisismica.